I dati statistici contro i pregiudizi sul pluralismo religioso degli immigrati

I Centri Studi IDOS e Confronti mettono a disposizione un Comunicato stampa che anticipa l’importante tema del pluralismo religioso degli immigrati, che verrà trattato nel Dossier Statistico Immigrazione 2017, di imminente uscita, in cui vengono sintetizzati i risultati di un osservatorio che per oltre un quarto di secolo è stato condotto sulle appartenenze religiose dei cittadini stranieri. Un’apposita stima, iniziata, su incoraggiamento di mons. Luigi Di Liegro per contrastare le contrapposizioni originate dalla Guerra del Golfo, a partire dal 1991, anno in cui è uscita la prima edizione del Dossier Statistico Immigrazione. Da allora fino ad oggi la stima è stata annualmente ripetuta e perfezionata.

Lo scenario attuale, ampiamente illustrato nello studio, è così caratterizzato:

–          rilevante dimensione quantitativa del pluralismo religioso a seguito dell’immigrazione;

–          prevalenza tra gli immigrati dei cristiani, con gli ortodossi al primo posto;

–          incidenza dei musulmani per un terzo sulla presenza straniera;

–          prevedibile aumento della multi-religiosità senza il pericolo di una invasione a carattere religioso;

–          realistiche prospettive di incremento del dialogo ecumenico e interreligioso.

Cliccare qui per scaricare il COMUNICATO STAMPAC.S. 6-9-2017